flashback : “java must die”

Di questi giorni ha fatto scalpore la notizia che si è scatenato un trojan sui sistemi apple, che ha infettato (dicono) 550.000 macchine.

santa mozzarella batman! un Trojan su mac!

Lo stupore sollevato è notevole, perchè uno dei punti di forza delle macchine apple è la paventatainvulnerabilità” da virus e trojan.

In quanto utente Apple da oramai 5 anni, posso tranquillamente affearmare che è stata una situazione meravigliosamente comfortevole, ma che mi aspettavo prima o poi che sorgesse qualche problema. Diciamo che me lo aspettavo, ma non così forzatamente come quando uso windows, che devo ricordarmi di aggiornare l’antivirus ogni settimana, che devo far girare l’antispyware, eccetera, insomma sono stati 5 anni di relax.

Cosa fare a questo punto ?

beh, i punti sono semplici:

  1. Don’t panic. Niente panico.
  2. Fare gli aggiornamenti di sistema, Apple ha fatto uscire due aggiornamenti relativi a JAVA, fateli.
  3. Controllate se siete infetti, seguendo uno dei vari tutorial in giro per la rete
  4. Uccidete Java! 

Come uccidere il fottuto java (e perchè)

Java non è javascript: non vi cambierà praticamente nulla della vostra esperienza web.

Java Runtime” è un interprete che fa girare dei programmi scritti in linguaggio Java. Generalmente vengono fatti girare da determinati siti, ma molto pochi rispetto alla maggioranza del web.

Quindi se non avete applicativi che richiedono questo fottuto residuo giurassico del peso di innumerevoli tonnellate simpatico sistema, potete tranquillamente e facilmente disabilitarlo in pochi semplici passaggi:

  1. Aprite spotlight e cercate “java preferences” (in italiano potrebbe avere un nome differente, io ho il sistema in inglese)
  2. togliete le spunte se presenti nella scheda “generale”
  3. chiudete il pannello.
Flashback malware: come disabilitare java dentro osx
Fatto. Non dovete neanche riavviare il sistema, basta chiudere e riaprire il browser.
Alla prossima!

One thought on “flashback : “java must die”

  1. Pingback: gareth jax

Leave a Reply