Il post senza fine (esperimento): il bilancio del 2007

il 2007 volge al termine, tra poco è natale, poi santo stefano, poi capodanno ed è fatta. Tranne per i cinesi che festeggiano il capodanno a modo loro, ma per la maggior parte dei lettori del blog il 31 notte finisce l’anno.
Questo post vuole essere un esperimento di blogging creativo che funziona con il metodo del “cadavere squisito“, ovvero si parte da un incipit della persona precedente, si scrive qualcosa di proprio, e si lascia un incipit per la persona che viene dopo.
I primi di gennaio bloccherò i commenti di questo post, e quello che è stato scritto rimarrà  (magari ci metterò una chiosa).

Le regole

  1. Il fight club non esiste: divertitevi!
  2. Non ci sono limiti al numero di commenti che potete fare, comunque mai 2 di seguito
  3. Il commento deve essere personale: usate pure se volete metafore o iperboli o parafrasi o qualsiasi figura retorica preferiate, ma dev’essere legato a fatti personali.
  4. Alla fine sarà  un post-cronaca, quindi cercate di descrivere il punto di vista da un osservatore esterno. Non “sono andato a gardaland” ma per esempio “in giugno è stata organizzata la gita a gardaland che Orazio voleva fare da 20 anni”.
  5. Ricordatevi di iniziare con l’incipit precedente e di terminare con il vostro . Se ve lo dimenticate, mandatemi una mail che ve lo aggiungo io.
  6. Invitate qualcuno a partecipare (opzionale ma gradito)
  7. divertitevi!

Il 2007 l’anno del maiale

L’anno duemila e sette per lo zodiaco cinese è l’anno del maiale, un simbolo di ricchezza e prosperità . Pochi sanno (o si ricordano) che la datazione cinese si basa sulle basi lunari invece che solari, per cui il loro capodanno ha luogo in coincidenza della prima luna nuova dopo l’entrata del sole nel segno dell’acquario (tra il 21 gennaio e il 19 febbraio). Non è mai troppo presto o tardi per celebrare un anno che ha portato diverse e interessanti novità .
Per esempio Gareth è stato integrato in pianta stabile in una struttura produttiva (anche se in partita iva) dove ha avuto modo di apprendere molte nozioni e seguire diversi progetti interessanti. Questo ha contribuito ad aumentare il suo stress ma anche le entrate econonomiche.
Dal punto di vista sentimentale si segnala che l’esploratore Gareth verso la fine di quest’anno è ancora perso in una lussurreggiante e misteriosa foresta da qualche parte nel inesplorata del globo, ma stando alle ultime informazioni confidiamo che entro poche settimane dovrebbe finalmente raggiungere la meta.

Se prendiamo in considerazione…

Powered by ScribeFire.