Ok, cosa e’ realmente “plurk”

Oltre ad essere un suono quasi onomatopeico, che si presta ad un sacco di giochi di parole zozzi o puffi (o entrambi), plurk e’ un web service “2.0” che consente di chattare/microbloggare. Esempio di schermata di plurk

Come potete notare cliccando sull’anteprima, la cosa più particolare del sistema e’ l’andamento a “spartito” della chat, che sono visualizzate in orizzontale, indicando l’ora di inizio. Ogni chattata da origine ad una “Pagina” di discussione.

Il sistema ha un andamento pazzesco, si comincia con la timeline “globale” ma poi rapidamente si viene a comporre un “fiume” di chiacchere tra amici. E’ come avere il proprio twitter “di quartiere”. Inoltre il sistema ricompensa la “viralita'” del passaparola, dando accesso a feature di personalizzazione di base.

In un certo senso è un vero e proprio flusso di coscienza! Se Joyce avesse avuto uno strumento del genere… L’ulisse sarebbe stato lungo 20 volte di più 😉

E’ molto coinvolgente, proprio per la relazione di “amicizia” che si sviluppa parlando del meno, come accadeva tanto tanto tempo fa nelle chat di IRC… pero’ web il 2.0 consente di fare conversazioni orizzontali e verticali.

Tecnicamente alcune chicche sono l’inserimento di links, immagini e filmati youtube, che ottengono una anteprima cliccabile che poi e’ visibile a medio-alta risoluzione.

E come promesso nella discussione a riguardo di quest post menziono i pazzi che hanno scritto dentro: (in ordine di velocita’) mirrormasque, albo, azael, neldubbio, michelemelis, HoldMe (visto che ho corretto), maxime. 🙂

Se la cosa non vi ha spaventato e volete provare il sistema, entrate da qua 🙂

3 replies on “Ok, cosa e’ realmente “plurk””

  1. bella recensione, pulita e invitante. mi ha colpito il parallelo con IRC dei primi anni. è dannatamente vero, il clima è lo stesso, un po’ scanzonato, un po’ serio.

    prevedo altri plurkers in arrivo. anzi, me lo auguro.

    neldubbio

  2. Io invece prevedo lo stancarsi della novità del servizio e l’allontanamento dei più.
    A me plurk piace proprio per il cazzeggio a ruota libera, però mi rendo conto che è da utilizzarsi solo x questo e nei momenti adatti.

    Ciao!

  3. Credo che Ester abbia ragione, per ora c’e’ la novita’ in piu’ il sistema e’ pensato per crescere viralmente, quindi ci sara’ una fase di grande espansione e poi un assestamento.
    Rimarra’ comunque uno strumento spassoso da usare durante eventi particolare per esempio “tutti a commentare la partita dell’italia su plurk” o “Plurkiamo dal barcamp”.
    Inoltre un uso sapiente delle cliques, consente di creare virtualmente delle “stanze private” con poche persone, in cui discorrere a ruota libera di argomenti precisi.
    Insomma le possibilita’ ci sono, servono le persone 🙂

Comments are closed.