Once were gamers

Questo blogger è stato a Modena, durante lo scorso weekend.
Questo blogger ha passato due splendidi giorni assieme ad amici ed amiche, ha rivisto persone che non vedeva da troppo tempo, ma sopratutto ha riscoperto una parte di se stesso che pensava fosse sopita e/o decrepita.

Questo blogger ha parlato con una persona per lui molto importante questo lunedì ed egli spera che torni presto.

Questo blogger vorrebbe sentire ‘K’, perchè sa che lei non sta bene e vorrebbe tirarla su di morale. ‘K’ so che ogni tanto mi leggi, fatti viva per favore.

Questo blogger ha avuto un sacco di savonesi come ospiti durante il ponte del 25 aprile e anche se il tempo atmosferico non è stato dei più gradevoli egli ha beneficiato della loro splendida compagnia. E si augura di rivederli presto perchè con loro si trova tanto bene.

Questo blogger si rende conto che parlare in terza persona non è sintomo di sanità  mentale, ma egli è anche convinto di avere un paio di germi in corpo che stanno ballando la macumba, perchè è l’una passata al momento in cui scrivo e non ho appetito. Ma questo non basterà  a fermarmi perchè dal 29 all’1 maggio sono a Roma, ospite di persone a me care. (tra cui gwineth, che non vedo dal vivo da troppo tempo)

E per terminare, un pezzo di “the fallen” dei franz ferdinand, che non c’entra un casso, ma ci sta bene.
Some say you’re trouble, boy
Just because you like to destroy
All the things that bring the idiots joy
Well, what’s wrong with a little destruction?

:rock:

One reply on “Once were gamers”

  1. Ah, somma invidia (almeno per Modena 🙂 ).
    Magari un giorno riusciremo a fare una partita assieme, chissà 😀

    Rick (Bru)

Comments are closed.