#Wikileaks e #Cablegate: dove trovare le fonti

wikileaks
wikileaks e la diplomazia

E’ uscito da meno di mezz’ora la fonte ufficiale che organizza i Cablogrammi della diplomazia americana.

https://cablegate.wikileaks.org/

Il sito è sotto attaccoo DDOS quindi funziona a intervalli irregolari, ma è già consultabile.

AGGIORNAMENTO DEL 3 DICEMBRE:

A seguito della rimozione del sito dai server di Amazon e dell’abbandono del gestore del dominio (everydns) wikileaks è attualmente consultabile a questo url:

https://46.59.1.2/

Rassegne stampa di Wikileaks

https://wlcentral.org/

Altre fonti da seguire:

Il twitter di Wikileaks.

Le edizioni dei maggiori quotidiani mondiali (italia esclusa, eheheh).

El pais: https://www.elpais.com/documentossecretos/

New York Times: https://www.nytimes.com/2010/11/29/world/29cables.html?pagewanted=1&_r=2&hp

Il guardian: https://www.guardian.co.uk/world/series/us-embassy-cables-the-documents

Intanto il guardian fornisce altre fonti di dati interessanti:

Google fusion dei documenti, per avere un’idea dei mittenti, ma mancano i testi : https://www.google.com/fusiontables/DataSource?dsrcid=317391

Elenco dei Cablo per nazione, in italia ce ne sono 2890: https://spreadsheets0.google.com/ccc?key=tGf9DJJP9HKVMiCiH-82VVA&hl=en&authkey=CPW5uvsF#gid=1

Certo che questi numeri sono un pò strani... le canarie e le baleari sono interessate da più documenti dell'Italia ?

3 replies on “#Wikileaks e #Cablegate: dove trovare le fonti”

  1. Pingback: Arturo Carlino
  2. Pingback: arturocarlino

Comments are closed.