Ritorno ancora piu’ triste…

Oggi mi trovo con Maxx e Nanni (i miei due soci del progetto Ninsola), andiamo a far colazione al bar. Io che solitamente aborro il caffelatte, decido di prendere una spremuta d’arancia.
Il cameriere mi porta un bicchiere cilindrico, sara’ stato alto circa 13 cm, con un diametro di circa 4 cm.
Se va bene puo’ tenere mezza lattina di una bibita. Ed e’ pieno di succo d’arancia.
Il gusto aspro mi riporta con i piedi per terra: sono innegabilmente nel bel paese (eufemismo).

Dopo tre sorsate e DUE EURO di costo, mi deprimo ancora di piu’.

Ho deciso: d’ora in avanti se mi invitano a fare colazione al bar, chiedo tre fette di “nan” tostato (il pane indiano), burro, marmellata, formaggio. E se non c’e’ dico “allora niente grazie”.

In culo alla caffetteria italiana.

2 replies on “Ritorno ancora piu’ triste…”

  1. Con due euro a Messina te ne danno un litro, di succo d’arancia. E, attenzione, mentre te lo danno sorridono (cosa che in Liguria non accade spesso).

    Siamo un paese abbastanza disomogeneo da non meritare una condanna assoluta. Non sulla qualità dei bar o delle persone, perlomeno 😉

  2. Buono a sapersi per quando/se/spero dovro’ fare una gita a palermo per andare a trovare un’amica 😉

Comments are closed.