Tag Archives: blog

Parliamo di bitcoin e altro!

Comunicazione di servizio!

Oggi ho ufficialmente lanciato un nuovo blog dove parlerò di criptovalute chiamato “tuttocriptovalute“, che potrebbe essere il tuttosport delle valute digitali.

Se non sapete cosa sia una criptovaluta, conoscete di sicuro il rappresentante più famoso il Bitcoin, visto che ne parlano tutti. Se volete approfondire il lato tecnico, ho scritto giusto ieri un articolo che cerca di spiegarne il funzionamento (cosa sono le criptovalute).

Perchè fare un blog su questo argomento ?

Sto seguendo il bitcoin in maniera “passiva” dal 2014 e ho visto nascere un ecosistema di idee ed applicazioni attorno ad esso. Sono poi nate altre valute simili, servizi associati e iniziative.

Mi sono reso conto che c’è un fermento tecnologico come non si vedeva dall’avvento dei social media di 10 anni fa: lo trovo intrigante e voglio provare a farne parte.

Mi rendo conto però di non avere il background finanziario per spiegare l’andamento delle quotazioni come se fossi un broker e non ho nemmeno la pretesa di spiegare il funzionamento tecnologico dell’infrastruttura come se fossi uno sviluppatore.

Cercherò di fare una divulgazione semplice, come fa SuperQuark :), sfruttando la dozzina di anni in cui ho spiegato la Search Engine Optimization e il marketing alle aziende (e agli aperitivi).

Come restare aggiornati?

  • Se visitate il sito e leggete un articolo, dopo qualche riga vi salterà fuori una proposta di iscrivervi alla newsletter.
  • Altrimenti potete iscrivervi al profilo twitter dedicato dove imposterò un automatismo per ripubblicare i contenuti del blog.

Per ora è tutto, alcune sezioni sulle criptovalute minori sono ancora in via di completamento, ma c’è già qualcosa per iniziare a comprendere meglio la profondità dell’argomento.

Grazie dell’attenzione 🙂

Pulizie blog-estive

Lo sapevate che ogni tanto mi viene voglia di bloggare solo dall’iphone, perchè è decisamente più rapido. Per esempio il post sul concerto di Serj Tankian (quello prima di questo, non ve lo linko perche’ non siete sicuramente idioti da non trovarlo) è stato scritto e spedito dall’iphone.

Niente di meglio che una bella pulizia dei link per mantenere il blog scattante!

Faccio un pò di pulizia ai link in uscita sennò google pensa che questo blog sia abbandonato a se stesso, oppure voi pensate che io non abbia più cose da dire… non è così, di cose ne dico fin troppe, ma mi concentro sui social media come facebook o twitter, dove ricevo più feedback 🙂 E’ una questione tattile alla fine… tattile? hmmm magari non proprio tattile, ma è tipo i gamepad con la vibrazione che ci danno più soddisfazione quando veniamo menati dal mostro di turno.

Gente che viene eliminata (se riprendete a scrivere ditemelo!)

  • Aetheriavisio (progetto interrotto)
  • Drakesky: tanto marci la sento su facebook 😀
  • Kiaramente (fermo)
  • Panland (fermo)
  • Unicarisposta (fermo)
  • Plenilunio (fermo)
  • Skeggia blog (fermo)

Modifiche

  • Ciemmerre: corretto il link al blog 😀 Dai Claudia, riprendi a disegnareee!
  • Enrico “Suzuki maruti” Sola, che ha un nuovo blog… anche se non lo aggiorna molto 🙂
  • Raven Lore, corretto l’url con la versione recente di Live Journal

Ultimamente non leggo molti blog, ma se volete segnalarmi il vostro fatelo! Se lo aggiornate periodicamente e mi garba, vi inserisco nei link !

2009: fuga da Torino

Tutto e’ connesso.

Dopo quasi 4 anni a Torino, comincio a solcare nuove rotte che mi porteranno a Padova e poi chissa’ dove. Dal 7 gennaio inizia il nuovo capitolo di questa vita un pò pazza e se c’e’ una cosa che ho imparato in questi lunghi anni è che le cose non vanno mai come dovrebbero andare. Questo potrebbe contraddire un post che avevo scritto diversi mesi fa, in cui asserivo che era possibile imprimere una “sferzata regolatrice” alla propria vita, limitando al mimimo l’elemento casuale.

In parte ne sono ancora convinto, ma sono oramai certo che oltre un certo “ragionevole” livello, non si puo’ programmare la propria vita. E’ un po’ come il discorso di “stay foolish, stay hungry” di Steve jobs, che vi ho gia’ propinato in tutte le salse: la vita e’ estremamente randomica, bisogna afferrarla e domarla, come se fosse un mostro selvaggio.

E nel frattempo bisogna fare scelte e sacrifici per arrivare ai propri obiettivi. Questo lavoro al momento rappresenta una importante esperienza professionale che mi consentirà  di crescere personalmente. Questo trasferimento rappresenta una sfida personale, sarò lontano dalla maggior parte di coloro che erano i miei punti di riferimento personale: persone che conosco da una vita, che mi hanno aiutato a diventare in quello che sono. In un certo senso è un banco di prova per un possibile salto piu’ grande ancora.

Padova 1993-1994

Con il veneto ho un rapporto ambiguo. Io per metà  sono di origine vicentina (zona di Poiana Maggiore), ma il veneto ha generato in me un trauma quando sono stato spedito a fare il militare a Belluno. E’ stato un (quasi) anno di alienazione quasi totale. Distante da casa, distante dagli amici di cui sopra, sono stato quasi sempre da solo in quei giorni. Nei brevi momenti di licenza di alcuni fine settimana (1 al mese, 2 quando andava di lusso), ero quasi sempre in treno. Belluno-Padova-Milano-Chivasso dove venivo poi recuperato da mio padre. E poi Chivasso-Milano-Padova-Belluno. Ho odiato il treno. Ho odiato il militare. Ho odiato la caserma. Ho odiato l’intera città  di Belluno. Ho odiato il Veneto, perchè nei pochi posti in cui sono stato ho sempre trovato un’atmosfera umana molto gelida e diffidente. Magari ero io che ero di parte, ma alla fine il risultato è che si è comunque creata una ferita che in parte non si è ancora rimarginata.

Padova 2001

Sono poi tornato nel 2001, in occasione di una convention ludica, la “PadCon 2001”. (Convention di cui esistono ancora report in rete, comprese imbarazzanti fotografie). Non c’e’ molto da dire di quest’occasione: siamo arrivati in qualche maniera a “Tencarola di Selvazzano” nel cui polisportiva si svolgeva l’evento, siamo stati tra la polisportiva e le vicine strutture di ospitalità , ci siamo divertiti un casino e poi sono tornato a casa.

E cosi’ dal 6 gennaio inizia questo nuovo viaggio. Parto durante il giorno dell’epifania, per incontrare meno traffico e sopratutto per evitare la maggior parte della neve che è prevista dal 7 in poi.

Vi terrò aggiornati.

Ps: Nokia e’ ancora assente

Dal 4 novembre il telefono e’ ancora in assistenza ovviamente. Vediamo se domani c’e’ qualche novità , ma ne dubito. Quanti giorni sono ?
27 giorni di novembre.
31 giorni di dicembre.
5 giorni di gennaio.
Totale: 63 giorni. 
Complimenti!

Ps numero 2: potete seguirmi anche su facebook.

http://profile.to/garethjax 

One minute here and one minute there…

One minute here and one minute there
Don’t know if I’ll laugh or cry
One minute here and one minute there
And it hurts inside
One minute here and one minute there
And then you wave good-bye…

(Faith no more – From out of nowhere )

E’ quasi arrivato il momento fatidico, ovvero il “Viaggio” di cui avevo parlato in un post precedente. Se in queste settimane ho avuto modo di “depurarmi” delle ansie che mi assillavano quest’estate, devo dire che il rientro mi “opprime” anche di più. Ma per ora preferisco non dire altro riguardo al ritorno, parliamo della partenza. Ma prima un piccolo excursus noioso.

La terra dei kanguri

In un primo momento avevo pensato di esplorare l’Australia: li, almeno a sentire dei miei conoscenti, le cose andavano abbastanza bene quest’estate. Il livello di disoccupazione era innaturalmente basso e trovare lavoro in ambito tecnologico sembra(va?) molto semplice. Avendo poi un conoscente che si occupa proprio di pratiche burocratiche per chi immigra, la cosa sembrava anche più agevole.

Senonchè

Senonchè l’Australia è in un altro emisfero. Insomma dall’altra parte del mondo, mica pizza e fichi! C’e’ una compagnia che fa scalo a Dubai che è abbastanza economica, sugli 800 euro Andata e Ritorno. Senonchè tra scali e volo ci sono quasi 22 ore di viaggio. Insomma un delirio!
Insomma se uno decide di fare un viaggio del genere, ci deve stare almeno 2-3 settimane, anche solo per riprendersi dalla trasnsvolata. E bisogna andarci in periodo autunno-invernale, così almeno uno si gode il caldo dell’estate. E quando sono le vacanze medie? In luglio-agosto ovviamente: insomma fare un tour de force e non capirci un cappero mi sembrava davvero uno spreco. Così ho ripiegato per l’esplorazione della costa Atlantica e in particolare della FLORIDA dove ci vive da 3 anni un mio amico. Mi ha parlato di un evento di Seo molto interessante più altri incontri, per cui con molto più di un mese di preavviso ho detto al lavoro che mi sarei assentato dal 23 ottobre al 2 novembre (tanto valeva farsi anche un halloween tiepido invece che morire di freddo a Lucca Comics & Games).

Senonchè 2 : il ritorno

Durante le scorse settimane è esplosa la bolla finanziaria (che sicuramente si porterà  nella tomba molte attività  informatiche non consolidate) e questo sicuramente avrà  contribuito a mettere in crisi molte persone. Ma questo non mi ha fatto desistere dal partire. Dopotutto dove c’è una crisi, c’è anche una opportunità  e con il dollaro che è salito molto rispetto all’Euro, non risparmierò molto stando là , ma almeno il costo della mia manodopera ridiventa competitivo anche per loro. Preciso, manodopera finchè sto in Italia, perchè se ci sono le condizioni economiche, il trasferimento per qualche anno lo metto immediatamente in cantiere.

Senonchè 3: pensavate che fosse finito e invece…

Al lavoro, dove collaboravo in partita Iva (sapete come funziona il precarianesimo, no? Non ti assumono, ma ti fanno lavorare senza straordinari come se lo fossi) mi hanno detto  venerdì 11 ottobre scorso, che preferivano trasformare il rapporto in una collaborazione esterna. Da novembre. Lasciamo perdere i motivi, ma pensiamo alle conseguenze: al mio ritorno dal viaggio (si spera formativo), dovrò darmi immediatamente da fare a racimolare incarichi e lavori per pagare le bollette. E adesso pensiamo al mio stato d’animo durante il soggiorno. Sarò a metà  tra il preoccupato e lo schizzato andante.  Sarò probabilmente tutto orecchi per afferrare possibilità  di collaborazione. Insomma sarò una macchina da guerra in cerca di preda. Poveri americani, non li invidio neanche un pò, in questo stato sono insopportabile.

Non credo che aggiornerò spesso il blog

Ma aspettatevi una ridda di aggiornamenti sui social network! Facebook appena possibile e poi plurk, friendfeed, ecc…

A risentirci!

Aggiornamento autun- ok, invernale.

Passata l’estate ecco che arriva l’autunno il generale inverno, impietoso dispensatore di freddo, nuvolosità , precipitazioni varie. La scorsa settimana dei miei amici hanno deciso di festeggiare la fine dell’estate con una specie di falò/grigliata, ma secondo me dovevano anticipare di almeno 2 settimane come ho fatto io che al 9 di settembre sono andato a salutare l’estate con la gita alle caravelle.

Ma bando alle ciance, è un pò che non aggiornavo il blog, complice l’incredibile scarsità  di tempo di questi ultimi periodi. Non che sia abbandonato, ma l’audience si è fatta particolarmente silenziosa tranne i soliti 4 amici che commenti. Ma d’altra parte è la sorte dei blog generalisti, che trattano un pò di tutto: la gente arriva dai motori di ricerca, legge qualcosa e poi se ne va. 

Non ho la prosa di altre blogstar o la continuità  di alcuni blog di settore: sono semplicemente io, con le mie passioni, i miei scazzi, i miei dubbi, i miei sogni.

A dirla tutta, ci sono modi più istantanei di soddisfare queste richieste: facebook è diventato un crogiolo di contatti e amicizie, un modo come un altro di tenere sotto controllo quando la gente litiga, si fidanza, va in vacanza, torna dalla vacanza, piange, ride, ecc.. Insomma un modo per farsi i fatti propri, grazie al permission marketing.

Accesso rapido al mio profilo facebook: http://profile.to/garethjax

Plurk è diventato uno dei miei strumenti di microblogging preferito, apro, sparo un pà  di cazzate, la gente mi risponde, mi diverto un mondo, chiudo e riprendo a fare le mie cose. Magari dopo un pò torno e vedo se ho ricevuto altre risposte. Impareggiabile per me , che amo microcazzeggiare. 

Friendfeed lo adoro, ma è molto dispersivo, per cui lo uso solo in corrispondenza di alcuni eventi o momenti rilassati della giornata. E’ comunque uno strumento di aggregazione di dati davvero notevole!

E dopo il dovuto escursus tecnologico…

Quello personale. Oggi ho fatto una scelta che potrebbe cambiare il mio futuro. Un viaggio, di cui non dico ancora nulla per scaramanzia, ma che potrebbe avere implicazioni notevoli. Questo viaggio mi è costato parecchio molto in termini di impegno (anche il punto di vista monetario non scherza). E’ il primo viaggio in assoluto in cui sono totalmente solo, senza affidarmi ad altre persone. (anche se a destinazione avrò un amico a cui appoggiarmi).

La fenice inizia a guardare l’orizzonte. Il 23 ottobre volerà .

Ps: per chi è arrivato qua cercando una recensione di spore, posso dirgli che è bello, ma secondo me si gioca una volta sola e basta. Ed e’ un peccato.

marsedit, l’editor per blog

Su raccomandazione della cricca di Friendfeed, ho provato a scaricare questo programmino (e’ solo per apple OSX mi dispiace).

E’ sostanzialmente un editor molto minimale che si interfaccia in maniera abbastanza intelligente con i blog di tipo wordpress! E’ molto comodo perche’ non devo loggarmi al blog per fare i post (come questo).

Di negativo ha che non si interfaccia con i vari plugin presenti sul blog (per esempio la generazione delle tag) e temo che non faccia scattare la pubblicazione del post su ping.fm (ma lo scopriò entro breve).

Inoltre costa 29.95 dollari, che possono sembrare pochi se uno ha molti blog, ma per quanto mi riguarda ho speso 24 dollari per Mailplane che considero molto piu’ utile (un programma per accedere a diverse gmail).

Autopost : forza italiane al World Cosplay Summit!

Iniziano con questo post, una serie di articoli precaricati, ma pubblicati in vari media in maniera automatica. I piu’ esperti sapranno gia’ come si fa, per gli altri spieghero’ mercoledi’ sera (con un post apposito). 🙂

Saranno comunque link interessanti o riflessioni utili. In questo caso parliamo di

WORLD COSPLAY SUMMIT 2008

Ovvero i mondiali di cosplay che si stanno per tenere in giappone! Anche l’Italia partecipa a questo evento, ed è rappresentata da due carinissime e bravissime ragazze: Nadia Baiardi e Martina Arnaldi (che non credo abbia ancora il sito ufficiale)!

Link utili:

Tifate anche voi per le nostre rappresentanti !! (magari fatelo dal sito di Nadia che sara’ contentissima di ricevere i vostri incoraggiamenti)

L’incommensurabile leggerezza del feed

Avete mai avuto la sensazione di sprecare un sacco di tempo, girando su siti che vengono aggiornati ogni morte di papa ? Anche io, ma ora non più perchè da un paio d’anni sono un affezionato utente di netvibes!

Tolgo un feed dal mio netvibes e improvvisamente esso fuoriesce dalla mia vita. E’ incredibile quanto possa essere importante l’uso dell’rss feed per amplificare la nostra percezione della rete. O forse quanto è limitata la nostra attenzione rispetto alla nostra capacità  di discernimento.

Se non sapete cos’è netvibes, vi consiglio di aprirne il link e dare un’occhiata alla mia pagina “condivisa”. Netvibes è un servizio nel quale gli utenti creano dei “box informativi” il cui contenuto è dato dagli aggiornamenti di altri siti. E’ come crearsi una bacheca  personale che automaticamente ci informa degli aggiornamenti di altri siti/blog, ecc..

Utilissimo e free! Consiglio il Tour per iniziare a conoscere lo strumento!